Magia del flauto
51° Festival Internazionale Giuseppe Tartini
24 Giugno 2021 - 21.00 | Bagnolo di Lonigo - La Barchessa di Villa Pisani Bonetti

I SOLISTI VENETI – ENSEMBLE VIVALDI
con la partecipazione di
MASSIMO MERCELLI, flauto.

Magia del flauto

10,0015,00

Svuota
COD: N/A Categoria:

Dettagli

TARTINI
Concerto in sol maggiore per flauto, archi e basso continuo
VIVALDI
Concerto in sol minore op. 10 n. 2 “La Notte”
per flauto, archi e basso continuo
TARTINI
Sonata in sol minore g5 “Il Trillo del Diavolo”
per violino, archi e basso continuo
VIVALDI
Concerto in fa maggiore op. 10 n.1 “La Tempesta di mare”
Concerto in re maggiore op.10 n.3 “Il Gardellino”
per flauto, archi e basso continuo

L’Ensemble Vivaldi, composto per quest’occasione da Lucio Degani e Chiara Parrini ai violini, Giancarlo Di Vacri alla viola, Giuseppe Barutti al violoncello e Ivano Zanenghi all’arciliuto, sarà accompagnato da un ospite speciale: Massimo Mercelli.

Massimo Mercelli è il flautista al mondo che vanta le più importanti dediche e collaborazioni con i maggiori compositori: hanno scritto per lui o ha eseguito le prime assolute di personalità del calibro di Penderecki, Gubaidulina, Glass, Nyman, Bacalov, Galliano, Morricone, Sollima. Allievo dei celebri Maestri Maxence Larrieu ed André Jaunet, a diciannove anni diviene primo flauto al Teatro La Fenice di Venezia, solo per citare alcuni dei suoi successi. Come solista suona regolarmente nelle maggiori sedi concertistiche del mondo, esibendosi con colleghi e orchestre di fama internazionale. Apprezzato didatta ha tenuto masterclass e insegnato  presso i maggiori Conservatori e Università del mondo.

Il programma della serata organizza un vero e proprio “paso doble” con due dei compositori più amati dal pubblico e, da sempre, cavalli di battaglia dell’orchestra de I Solisti Veneti: Vivaldi e Tartini.

Gallery

Bagnolo di Lonigo
La Barchessa di Villa Pisani Bonetti

La Villa Pisani di Bagnolo, progettata da Andrea Palladio intorno al 1541 di ritorno dal suo primo viaggio a Roma, è una delle opere più rappresentative del periodo giovanile dell’architetto veneto, e segnò l’inizio della collaborazione tra Palladio e la Serenissima.

Il concerto si svolgerà in ottemperanza alle disposizioni sanitarie vigenti organizzando i posti a sedere nella barchessa della Villa, al riparo quindi da eventuali cambiamenti metereologici.